Clery Celeste dall’antologia: Un verde più nuovo dell’erba – Poetesse “Millennial” degli anni ’90

Home/In evidenza, Millenial/Clery Celeste dall’antologia: Un verde più nuovo dell’erba – Poetesse “Millennial” degli anni ’90

Clery Celeste dall’antologia: Un verde più nuovo dell’erba – Poetesse “Millennial” degli anni ’90

Arriverà e non sarà affatto come pensavi
l’amore ritorna sempre
composto o smembrato in forme disperse
sarà nel sorriso della cassiera
del ciclista che lascio passare
e se non sarà del mio cuore
va bene lo stesso, purché sia
mutata la misura sia comunque,
gli occhi aperti, come le braccia
e il resto del corpo.

(Inedito)

Clery Celeste è nata a Forlì nel 1991, città in cui vive. È stata vincitrice di numerosi premi di poesia. Attualmente è responsabile editoriale di Atelier Poesia insieme a Eleonora Rimolo. Suoi testi sono stati pubblicati su riviste e siti e nella antologia Post „900 Lirici e Narrativi, Ladolfi editore, 2016 a cura di Isabella Leardini e Matteo Fantuzzi.
La traccia delle vene (LietoColle – Pordenonelegge, 2014) è la sua opera prima: premio Elena Violani Landi, premio giovani Maconi, menzione speciale di merito premio Carducci, premio Solstizio.

 

10 aprile 2018|