Davanti questo prato immenso
conto ritorni reali o immaginati

gli avveduti animali sono spariti

assenza

tornerai alla casa vuota
ad annusare i vestiti ingialliti
in bell’ordine nel grande armadio
(anche gli spettri si scanseranno)

silenzio

la mano esangue non parlerà
vi scaccerà come mercanti dal tempio

allora si che ogni molecola d’aria
allora si che ogni goccia d’acqua
peserà

Assunta Fichera

Assunta Fichera nasce a Siracusa, ha compiuto studi artistici e ha una formazione umanistica. Si è occupata di ambiente, ha collaborato con uno studio di architettura; cultrice di fotografia ha seguito la realizzazione di numerosi reportage fotografici. Ha pubblicato la silloge “Le cose sospese” Fdbooks (2018). Al momento ha deciso di abitare la collina.