In evidenza

Home/In evidenza

iPoet di gennaio, vince Mariapia L. Crisafulli

Ti lascio i miei volti rubati in stazione Tutto l'umano che conosco e possiedo sta lì Se impari ad amarmi è perché ami loro Se imparo ad amarti è perché ho amato in loro la trascuratezza che il mondo riserva nel rincorrere i treni in quelle mattine uguali alle sere buie e fiacche Hai mai visto qualcuno dormire su un [...]

11 Febbraio 2021|

iPoet – novembre/dicembre. Vince Emiliano Peguiron

Metamorfosi Hai messo il mio nome tra due virgole ma non eri altro che un predicatore di false speranze e quelle protezioni non erano altro che sbarre metalliche, inaccessibili prigioni. Ma le esperienze ci tirano su come fiori dimenticati salvati dai nostri astri preferiti. Poi camminando da soli e seguendo noi stessi. Quello è stato il giorno della dolorosa rivelazione, [...]

9 Gennaio 2021|

ULISSE – NUMERO 23, NOVEMBRE 2020: Metamorfosi dell’antico

Il numero XXIII de L’Ulisse è dedicato, nella parte monografica, alle “Metamorfosi dell’antico”, con l’intento di esplorarne l’evenienza (i modi nei quali essa consiste, prende voce) e lo spettro delle sue reviviscenze, nelle scritture del nostro tempo. Al di là di ogni classicismo o mero citazionismo, ci interessava indagare come figure dell’antico – inteso in senso lato – tornino [...]

26 Novembre 2020|

iPoet di ottobre. Vince Gianluca Pavone

I RICORDI DEGLI ALTRI Narrano di luoghi asciutti, dove la parola si confessa all’uomo. Questo avventurarsi tra i rovi è lumini e abrasioni. Si accende la spia ossea del dolore, silenziosa. Con una melodia nella testa, che cantiamo, scendiamo in un bosco nero di ricordi lontano dalle case scrostate. Correndo nella pioggia tu mi dici: <<C’è questo ricordo che chiama [...]

15 Novembre 2020|

iPoet di settembre, vince Anna Favaro

Mi nascondi lo squarcio del legno: non cercare di coprirmi gli occhi la mia libertà vuol essere piena voglio scegliere se offrirmi vittima o sacrificio agnello o incenso che arde nell’impurità. Piange il ventre ferito tra i seni la voce sussurra mi implora di essere vera di forgiare con l’oro il mio sentirci tutti parte di una sola umanità.   [...]

8 Ottobre 2020|

Micol De Pas ospite del festival Parole spalancate con la silloge “Quello che so di me” (Lietocolle 2020)

«Sono giornalista – dice De Pas -, amo una certa asciuttezza e ricerco parole che non siano esorbitanti. Mi piacerebbe riuscire a trasmettere una certa forza, declinata in forma di passione, rabbia, gioia, dolore, attraverso una scrittura così, appunto, asciutta. Che possa essere semplice quanto profonda, leggera quanto pesante, precisa quanto immaginifica». La madre Mostro con forza i segni [...]

3 Settembre 2020|

Marco Bellini al festival “Parole Spalancate” con La complicità del plurale

Chi scrive di un proprio caro che ha terminato l’esperienza terrena - specie se accompagnato nell’itinerario della fine - compie in fondo il gesto di tenere presso di sé l’estinto nella forma più incorruttibile: diversamente dalla carne, ma anche dall’urna cineraria che può cadere e rompersi, infatti, la memoria sempre fresca degli accaduti trasformati in parola sfida i tempi [...]

2 Settembre 2020|

Alfonso Tramontano Guerritore – Gli stati dell’acqua

Notizia Alfonso Tramontano Guerritore nasce a Nocera Inferiore nel 1978, vive a Pagani in provincia di Salerno. Autore di versi, racconti e sceneggiature, è giornalista professionista e direttore responsabile del sito di informazione “Saleincorpo”. Scrive di cronaca nera e giudiziaria per il quotidiano “La città di Salerno” dal 2004. Dal 2012 lavora per la compagnia indipendente “Teatro Grimaldello”. Gli stati dell’acqua, [...]

1 Settembre 2020|

“La noncuranza di Lela Zečković”: un commento di Johan Velter su “La porcellana tace”.

Traduzione di Samantha Volponi Della poetessa, traduttrice e docente di Slavistica Lela Zečković, moglie e poi vedova del poeta nederlandese Hans Faverey, era apparsa, mentre era ancora in vita, solo una raccolta di poesie. L’aspetto ironico è che ora la raccolta del lavoro della Zečković, una piccola opera, La porcellana tace (Het porselein zwijgt), 2020, è stata resa disponibile [...]

14 Agosto 2020|

Recensione di Fabrizio Bregoli a “Tempo innocente” di Rosa Salvia su “Blog Letteratura e Cultura”.

Il blog “Letteratura e Cultura” di Lorenzo Spurio ospita oggi una mia recensione all’ultimo ottimo libro “Tempo Innocente” (Lietocolle, 2019) della poeta Rosa Salvia. Riportiamo alcuni estratti dalla recensione: Affrontare di petto il tema del tempo, di come esso avvenga e interagisca, spesso problematicamente, con il trascorrere delle vite, per loro stessa natura fragili e provvisorie, è sicuramente impresa ardua, che Rosa Salvia, fin dal [...]

11 Agosto 2020|
Torna in cima