In evidenza

Home/In evidenza

c’era una volta… il ‘900: Arturo Graf

L'opera poetica di Graf (Atene, 19 gennaio 1848 – Torino, 30/31 maggio 1913) risente dell'atmosfera cupa delle leggende medievali, tipiche del primo romanticismo con le meditazioni sulla morte, sul male del mondo, la visione di paesaggi solitari e patetiche esistenze tragiche che troppo spesso si risolvono in macabre rappresentazioni e, solo di rado, in un più acuto simbolismo che consente [...]

10 giugno 2018|

c’era una volta… il ‘900

Da domani una piccola rubrica sulle voci che hanno meglio rappresentato il '900 della poesia italiana. Cinque poesie per ogni autore, per non dimenticare 100 anni, appena trascorsi, di bellissima e imprescindibile letteratura. Ci accoglierà Arturo Graf...

9 giugno 2018|

iPoet di Maggio – vince Guido Galdini

il progressivo allontanarsi delle galassie ci assicura un futuro di solitudine, non avremo compagni nell’avventura di conquistare i confini, d’intravedere l’entità sfavillante dell’ignoto la misura della distanza si estende fino a raggiungere ogni possibile vuoto, ma ci concede la cecità e l’illusione di avere ancora una meta, non soltanto una fine.   Guido Galdini (Rovato, Brescia, 1953) dopo studi di [...]

4 giugno 2018|

Il Segreto delle Fragole 2019 – Liberaci dall’ombra – Concorso di poesia gratuito

Lo svelarsi nella luce da sempre distingue la ricerca dell’uomo, sia nella direzione dell’intendere (la “luce della conoscenza”, del sé e del mondo), sia per la possibilità di dare - nella luce - un più favorevole spazio di lettura dei dettagli che compongono il panorama delle stagioni e dei giorni, e del loro scorrere (e trascorrere). Eppure, se interrogassimo un [...]

Manuale di Insolubilità di Greta Rosso. Una lettura di Luca Minola.

Dopo In assenza di cifrari, Greta Rosso pubblica nel 2015 per la prestigiosa collana Gialla Pordenonelegge-LietoColle Manuale di Insolubilità, un libro più compatto e riuscito del precedente. Un libro combattivo si potrebbe dire, che si è aggiudicato il Premio Castello di Villalta Poesia Giovani nel 2016. Un’opera granitica, dove i testi sembrano pietre, entità fisse che si misurano con l’identità [...]

2 maggio 2018|

iPoet aprile 2018 – vince Annalisa Rodeghiero

STAZIONE DI SÃO BENTO L’ultimo sguardo a Oporto prima di partire, dalla collina sopra le cantine e l’occhio rotola di tetto in tetto da São Bento giù fino alla Ribeira. Eppure anche senza di noi continuerà il suo corso il Duero del tutto ignaro della bellezza dei suoi ponti che non abbiamo saputo attraversare. Inutilità nella magnificenza.   Annalisa Rodeghiero, [...]

2 maggio 2018|

Eleonora Rimolo dall’antologia: Un verde più nuovo dell’erba – Poetesse “Millennial” degli anni ’90

Con i muscoli rotti dall'umido passo trasciniamo le settimane, pronunciamo distintamente tre parole sole. Essere stanco significa soffocare dentro a un letto, spendere meno sangue possibile per non replicare il dolore: in questo modo non ricrescono le voglie, si eradicano tutti i contagi e in me non resta che il deserto asettico dove ci siamo contaminati, in cui siamo stati [...]

20 aprile 2018|

Jennifer Poli dall’antologia: Un verde più nuovo dell’erba – Poetesse “Millennial” degli anni ’90

Jennifer Poli (Milano, 1991) è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università degli Studi di Milano. Attualmente si sta laureando in Scienze Antropologiche ed Etnologiche presso l'Università Bicocca di Milano. Frequenta la scuola di Naturopatia e Medicina Psicosomatica di Riza. È una studiosa della psicologia del profondo. È apparsa su Poetarum Silva e altri blog. Ha scritto per riviste [...]

20 aprile 2018|

Chiara Alessandra Piscitelli dall’antologia: Un verde più nuovo dell’erba – Poetesse “Millennial” degli anni ’90

Al termine del viaggio la sua ultima parola fu un nome che tolse a tutti il bisogno di dire altro. Il dado lanciato dava una faccia non sua ma era un errore essendo l'amore, come la morte, esatto non giusto e noi distratti dall'umano pianto che insegnava il senso di una fine ogni volta che pazienza era aspettare ogni volta [...]

20 aprile 2018|

Maddalena Lotter dall’antologia: Un verde più nuovo dell’erba – Poetesse “Millennial” degli anni ’90

Un ricordo d'infanzia Abbiamo costruito una casa nella sabbia e poi l'abbiamo calpestata. Sulle macerie il capo supremo decise che era ora di andare a caccia di meduse, per essiccarle al sole. Il più piccolo fu costretto a toccare un tentacolo. Ci piaceva fare e disfare; non vorrei eccedere ma eravamo spietati. Ad ogni buon conto, negli anni nessuno è [...]

20 aprile 2018|