iPoet

Home/iPoet

iPoet Marzo – vince Assunta Fichera

Davanti questo prato immenso conto ritorni reali o immaginati gli avveduti animali sono spariti assenza tornerai alla casa vuota ad annusare i vestiti ingialliti in bell'ordine nel grande armadio (anche gli spettri si scanseranno) silenzio la mano esangue non parlerà vi scaccerà come mercanti dal tempio allora si che ogni molecola d'aria allora si che ogni goccia d'acqua peserà [...]

1 Aprile 2020|

iPoet di febbraio – vince Emanuela Dalla Libera

A Erevan A Erevan, la notte si consuma ai lampioni tra le strade, la tengono accesa i bisbigli nei crocicchi, dentro una cancellata un palazzo espande all’aria la storia rimasta oltre i secoli scomparsi, i viali annientano il passato tra giardini rinati sulla polvere dove un cane vaga intento a sopravvivere al domani. Ma il vecchio che cammina lento macina [...]

6 Marzo 2020|

iPoet dicembre 2019 – vince Alessandro Lanucara

Un sonetto E pensi a come mai trascrivi sogni a quanti mondi affondi nel tuo inchiostro e invochi il mare e quasi te ne bagni sguazzando nel deserto del tuo chiostro e sei qualcosa solo mentre impenni la strada come a scuotere il capestro e già ne fai materia dei tuoi segni o ad occhi chiusi in punta del tuo [...]

12 Gennaio 2020|

iPoet novembre 2019 – vince Giuseppe Airaghi

"Si sta bene soltanto quando lui non c'è. Dirlo fa male, ma è verità. Dirlo è terribile come una colpa. Ma non è una mia scelta, una mia decisione, non so comandarmi i sentimenti. Tutto questo mi condanna a subire assenze e presenze a chiamare me stessa madre snaturata". Questo confessi piangendo. Ti stringo le spalle senza portarti conforto. [...]

10 Dicembre 2019|

iPoet ottobre 2019 – vince Sipontina Debora Rinaldi

Ieri, che hai fatto una visita ad un infermo mentre immergevi le dita nell’olio i paramenti si sono incagliati alla sbarra del letto e non volevano uscire; strisciando i denti, come li tirasti. col solo braccio sinistro perché la destra manteneva il segno: beati coloro che piangono che ti sarebbe servito alle esequie. Mentre tiravi, e l’amìtto per scherno [...]

4 Novembre 2019|

iPoet di settembre: vince Matteo Galluzzo con la poesia Kintsugi

Kintsugi chiamano i giapponesi la tecnica di riparare con l’oro il vasellame crepato. Arte minuziosa e, insieme, preziosa teleologia del dolore. Ma le vene celesti sui polsi che si aggregano e disperdono in ramificazioni casuali dicono altro; di certo che l’uomo non può rimettersi insieme applicando un metallo. Lo scandalo di vivere è questo: rattoppare, mettere punti. Andare in [...]

30 Settembre 2019|

iPoet agosto 2019 – vince Rita Stanzione

Gli anni in bilico oggi sono da te, i tanti luoghi dove crescevo -li giro attraverso le foto attaccate in cucina per avere alla mano tu l’appiglio, mentre la chiglia prende una tenera curva e sommerge. dal balcone c’è il valico, oggi è tanto vicino un palmo per un viaggio e le campanule lassù gioielli di roccia in tono [...]

5 Settembre 2019|

iPoet luglio – vince Francesco Balasso

EN PASSANT e sono trenta ad aprile quasi en passant lo senti il tonfo dentro delle mura antiche del petto le seconde battaglie sono le più cruente le bombarde sui sogni, sulle notti con i fari e le panchine del porto quegli amori che sbocciano e sfioriscono passano l’orizzonte senza increspare l’acqua non ci sono giorni cerchiati sul calendario gli [...]

5 Agosto 2019|

iPoet giugno 2019 – vince Valerio Mollica

Tenente Drogo Passano. Non voglio saluti, né parole dolci. Io giro su me stesso invecchiando. Un poco s'attende, un poco s'avanza, una piccola pietra ho nelle vene che viaggia. Adesso che l'attesa si dilunga, che sorte avremo nel giro di poco? E questo manca – non il resto –, sapere quel che basta a rassicurarci nel sole, a dirci [...]

9 Luglio 2019|