BUON NATALE, NEMICO!

NLC-2014-12-08-Natale LietoColle-immagine(…) La notte tra il 24 e il 25 dicembre del 1917, tra i soldati italiani e austriaci appostati nelle trincee fronteggiantisi sul Monte Zebio ebbe luogo, qua e là, qualche scambio di auguri e saluti. A un certo punto gli austriaci esposero un cartellone con sopra scritto a grandi caratteri BUON NATALE in lingua tedesca. Il caporale M.E. rispose, gridando nella stessa lingua, un ringraziamento e un contraccambio. Una voce allora domandò dove fosse andato a finire un austriaco che era stato prigioniero quello stesso giorno: M.E. rispose che non lo sapeva. Continuarono scambi di cortesia. Successivamente furono gettate sigarette che vennero raccolte e ricambiate con pane e scambi di lettere per avere notizie di fidanzate e parenti. I soldati tutti furono processati e condannati alla reclusione, da un anno a otto, per tradimento indiretto e conversazione con il nemico (…).(Da Plotone di esecuzione, i processi della prima guerra mondiale, Laterza, 1968). Con questo ritorno nella memoria – testimonianza autentica di verità della Nascita anche nella bestialità della guerra – lo staff LietoColle desidera augurare a tutti, di vero cuore, Buon Natale