Recensioni

Home/Recensioni

Il tempo dell’ineffabile: L’ottavo giorno della settimana di Daniela Andreis. Recensione di Franca Alaimo

La silloge di Daniela Andreis ha lo stesso titolo di due romanzi (uno di Marek Hlasko, un altro di Christian Bobin), di  un film (di Alexander Ford) e di un album musicale di Maxi B., probabilmente perché L’ottavo giorno della settimana non è una surreale espressione linguistica, ma una categoria mentale, che vuole indicare, come leggo in una breve presentazione [...]

26 Mag 2017|

Sororità di Claudia Landolo, a cura di Daniele Ventre

Quello che Claudia Iandolo presenta ai lettori, con la sua corona di venti poesie, raccolte nella silloge Sororità (LietoColle, 2014) è un monumentum dedicato a un’amica scomparsa. Già il titolo rende ragione dell’affetto per la creatura sorella appena perduta, ritratta in modo indiretto in un’opera che  nella delicatezza dell’espressione del dolore, non scade mai nella retorica chiassosa del planh. Ovviamente, la decisione di connotare l’omaggio [...]

10 Mag 2017|

Daniela Andreis, “L’ottavo giorno della settimana”

Dalle pagine culturali del quotidiano "L'Arena", Daniela Andreis con "L'ottavo giorno della settimana"   scarica l'articolo in pdf leggi un assaggio  cliccando qui     13,00 €

5 Mag 2017|

novità duemiladiciassette – Gazzella di Fabio Grimaldi

Fabio Grimaldi trascrive in versi l’esodo tragico dei migranti, fenomeno massivo negli ultimi anni, utilizzando ora versi narrativi ora lirici dalla forte figurazione e dall’intensa espressività. Gazzella inizia in medias res, con un luogo di guerra e con un vecchio padre che spinge il figlio a fuggire; sicchè si succedono pagine di adii, di viaggi, di attese disumane. In [...]

2 Mag 2017|

La perdita della mamma in 10 poesie di 10 poeti italiani del XX secolo

Da "Stellacuore", Mondadori, Milano 1970)           MAMMA, IL MARTIRIO TUO DURÒ DUE GIORNI di Giuseppe Casalinuovo (1885-1942)   Mamma, il martirio tuo durò due giorni, al terzo giorno non vivevi più.   Parvero quei due giorni pel tuo male lunghi quanto due secoli son lunghi.   In quei due giorni tu moristi sempre, sempre e poi [...]

23 Ott 2016|

Alessio Brandolini, Il fiume nel mare, Aretusa – Collana Blu, LietoColle 2010, Lettura di Vera Lúcia De Oliveira

Quello che colpisce e ogni volta emoziona nella poesia di Alessio Brandolini è il senso forte di vita che avvolge le intense immagini sgorgate da un connubio esemplare fra l’esigenza di cogliere il poetico del mondo, anche se dolente, e la parola esatta in cui esso si condensa. E singolare è quel suo ritmo incalzante, una musica riconducibile non tanto [...]

27 Set 2016|

Francesca Serragnoli, Aprile di là, Pordenonelegge & Lietocolle 2016, Lettura di Elio Grasso

Sei anni dopo Il rubino del martedì giungono altre “isole” da Francesca Serragnoli, scritti che salvaguardano quel posto dove il grado dell’uomo è ricco e vivo anche se in balia delle arie mortali. Come scrivevo a proposito del Fianco dove appoggiare il figlio (uscì nel 2003 e lo apriva un’energica nota di Giovanna Sicari), sono isole in forma di poesia, [...]

26 Set 2016|

Inchiodando ogni parola. Carola D’Andrea su “L’orfano” di Marco Pelliccioli

La tua domanda non è solo l’ultimo capitolo della raccolta L’Orfano, recentissima pubblicazione di Marco Pelliccioli, ma è quasi la richiesta, l’imperativo che il poeta pone ai suoi lettori, riprendendo proprio l’interrogativo della prima poesia: “Chi siamo?”. Una domanda depositata inizialmente sulla pagina senza alcuna pretesa di risposta, quasi uscisse dai gorghi dell’anima, forse taciuta e poi sussurrata per necessità, [...]

9 Set 2016|

Il libro e l’anima di Davide Puccini. Lettura di Gianni Criveller

Davide Puccini, poeta, critico (i suoi primi studi sono stati dedicati al poeta ligure Camillo Sbarbaro), filologo e italianista, da anni sulla scena accademica e letteraria, ha pubblicato nel 2015 il suo primo romanzo Il libro e l’anima per i tipi LietoColle (Falloppio, Como). L’editore riporta la specificazione di “libriccini da collezione” e la collana ha per titolo “et nunc imprimatur”. Si [...]

1 Set 2016|

Scardinare la lingua nella raccolta Scardinare l’acqua di Rita Filomeni. Lettura di Lidija Vukčević

Nell'ultima raccolta poetica di Rita Filomeni ripubblicata nella preziosa collana «Erato» da LietoColle l'anno scorso, mi pare ci sia una prassi poetica ironica associata con l'alta e patetica voce del canto, che almeno, nella storia della poesia dell'ultimo secolo abbiamo dimenticato, volendo o no, soprattutto nelle principali tradizioni poetiche. Organizzata in cinque parti: Disgiunture, D'aut D'aut, Acqua, Misura e Cosmoagonia, [...]

25 Ago 2016|