Uncategorized

Home/Uncategorized

Pubblicare poesie, l’esperienza della casa editrice LietoColle. Alessandra Mercanzin intervista il poeta Augusto Pivanti

Pubblicare poesie, l’esperienza della casa editrice Lieto Colle e la poesia nei social network. Alessandra Mercanzin intervista il poeta Augusto Pivanti

12 settembre 2018|

Gialla oro 2018 – Martha Serpas “Come ce ne fosse uno soltanto”

(…) La presenza di quel paesaggio dentro di te è superiore a qualunque sia la lingua che parli. È più forte della lingua che parli. Una montagna, una spiaggia, un albero è più forte di qualsiasi cosa tu scriva in quanto è cosa fisica, bella. Così accade che venga istintivo ammirare quel paesaggio, che tu parli inglese o no. Un [...]

30 luglio 2018|

Gialla 2018 – Laura Pugno “i legni”

i legni di Laura Pugno colpiscono, ma recano in sé un talento nel non insidiare alcuna superficie: dall'aria alla condizione liquida, fino alla solidità dei corpi, i legni toccano non con il fare dell'impatto, ma con i significati dell'appartenere ad una famiglia di strumenti che origina suono. Trasformando la metafora in parola, l'opera di Pugno ha la grazia di un [...]

30 luglio 2018|

Gialla oro 2018 – Stefano Dal Bianco “Ritorno a Planaval”

«Avere il lettore sempre davanti quando si scrive, parlare a lui, parlare, o far finta di parlare, la sua lingua, aggredirlo dal di dentro, cambiarlo nel modo che ha di pensare a sé e al mondo, trasformarlo senza quasi che se ne renda conto. È una politica, forse la sola percorribile». Uno dei libri di poesia più amati degli ultimi [...]

30 luglio 2018|

Gialla oro 2018 – Tiziano Broggiato “Novilunio”

Novilunio è il titolo del libro di Tiziano Broggiato e ne è anche il centro, il centro di gravità, o forse il punto di sospensione - là dove si dimentica (ha termine) la “statica eclisse” e ricomincia il movimento della poesia, ossia della vita […]. L'intrico di guglie, così sorvegliato (così argomentato), ovvero quell'intero labirinto che è Novilunio (…), è [...]

30 luglio 2018|

c’era una volta… il ‘900 – Mario Novaro

Mario Novaro (Diano Marina, 25 settembre 1868 – Ponti di Nava, 9 agosto 1944) è stato un poeta e filosofo italiano. Fratello dello scrittore Angiolo Silvio Novaro, nacque da famiglia economicamente agiata e dopo aver condotto brillantemente gli studi liceali si iscrisse all'Università di Berlino dove nel 1893 si laureò in filosofia ottenendo l'anno seguente la laurea anche all'Università di [...]

25 luglio 2018|

Gialla 2018 – Bernardo De Luca “Misura”

La “misura” dell'autore è anzitutto l'uso insistito del distico: d'altra parte, l'opera si presenta con una significativa attrezzatura di pensiero dietro le quinte dei versi. Si coglie in De Luca un costruire che ha previsto una gestazione complessa per giungere a parola: tutta la silloge, infatti ha uno svolgersi uniforme intorno a domande di rilievo. Un esempio: Nel punto dove [...]

24 luglio 2018|

Gialla 2018 – Gian Maria Annovi “Persona presente con passato imperfetto”

In Persona presente con passato imperfetto, Gian Maria Annovi offre come la mappa di un tempo che attende di diventare - in via definitiva - passato, tra veglia e testimonianza, Le serie eterogenee di testi raccolti in questo libro, che documenta vent'anni di ricerca poetica, ci ricordano che la vita che vorremmo dire ci sfugge, e fa diventare inautentico il [...]

24 luglio 2018|

Gialla 2018 – Laura Di Corcia “In tutte le direzioni”

In tutte le direzioni trae origine da Traduzioni e microsismi, opera inedita con la quale Laura Di Corcia si è aggiudicata il riconoscimento della critica al Premio Rimini/Parcopoesia 2017. Il lavoro che ha condotto a questa più matura e completa silloge è stato - lo dice il titolo - orientato in ciascuna tra le direzioni possibili, con andate e ritorni [...]

24 luglio 2018|

Gialla 2018 – Eleonora Rimolo “La terra originale”

La qualità che più sorprende nella giovanissima Eleonora Rimolo è la fermezza della tessitura stilistica: la precisione del suo andare a capo, l'equilibrio finissimo delle soluzioni metrico-sintattiche. Ogni sequenza, nella densa brevità del suo procedere, si risolve in un unico strutturatissimo movimento, in cui brevi sintagmi si annodano entro una trama di riprese e di variazioni per via di scarti, [...]

24 luglio 2018|