Barro desnudo \ Fango nudo - Hugo Mujica

Cod. Art. 978-88-9382-159-9
€17.00
Disponibile
1
Dettagli del prodotto

Bisogna accendere

le ombre

senza spegnere la notte:

quando l’oscurità

è mistero

ogni ombra

è la sua luce,

ogni cecità

il suo riparo.


Hugo Mujica, nato a Buenos Aires nel 1942, ha studiato belle arti, filosofia, antropologia filosofica e teologia. È autore di quasi trenta libri, tra cui due raccolte di racconti dal titolo Solemne y mesurado e Bajo toda la lluvia del mundo, e tredici libri di poesia, gli ultimi dei quali sono Y siempre después del viento, Cuando todo calla (XIII Premio de Casa de América de Poesía Americana), Barro Desnudo e A las estrellas lo inmenso. Tra i saggi di recente pubblicazione ricordiamo Origen y destino, La palabra inicial. La mitología del poeta en la obra de Heidegger, Flecha en la niebla. Identidad, palabra y hendidura, Poéticas del vacío. Orfeo, Juan de la Cruz, Paul Celan, la utopía, el sueño y la poesía, Lo naciente. Pensando el acto creador, La casa, La pasión según Georg Trakl. Poesía y expiación, El saber del no saberse. Desierto, Cábala, el no-ser y la creación, Dioniso. Eros creador y mística pagana, e La carne y el mármol. Francis Bacon y el arte griego. La casa editrice Vaso Roto ha pubblicato Del crear y lo creado, tre volumi che includono la quasi totalità della sua opera poetica, saggistica e narrativa. In oltre venti paesi Hugo Mujica ha pubblicato numerose antologie della sua opera poetica; alcuni dei suoi libri sono stati tradotti in oltre dieci lingue.

Notte aperta, Poesie scelte, E sempre dopo il vento, Quando tutto tace e Antologia poetica 1983 – 2016 sono titoli pubblicati in Italia.

Il lavoro come operaio in una fabbrica all’età di tredici anni, l’esperienza di artista plastico negli anni Sessanta nel Greenwich Village, la sua collaborazione con Timothy Leary nelle ricerche sull’LSD e il processo creativo, la partecipazione ai movimenti antibellici e per il riconoscimento dell’uguaglianza razziale e di genere, il rapporto con Allen Ginsberg e con il suo guru Swami Satchidananda, con il quale visse come discepolo per due anni, la sua vita di monaco dell’ordine trappista trascorsa nel silenzio assoluto negli Stati Uniti, in Argentina e in Francia che lo iniziò alla scrittura, così come le sue esperienze di viaggiatore, sono tutti momenti cruciali che palpitano nella sua opera.

Salva questo articolo per dopo