La collana Gialla Oro nasce dalla consapevolezza che vi è un’attesa di poesia oltre i luoghi – in verità sempre più angusti – presso i quali la scrittura poetica trova oggi casa, e che c’è la richiesta di una partecipazione più ampia e condivisa. Essa si candida ad accogliere opere che hanno una voce di necessità e allo stesso tempo il carattere della fiducia nella continuità di una tradizione.

La Gialla Oro dunque, sulla scia del progetto originale della Gialla e del lavoro svolto con i giovani che hanno offerto e offrono il loro contributo, si propone come crocevia di un dialogo tra la parola che si consegna al lettore in forma di libro e i luoghi reali e virtuali dove il confronto avviene al vivo del dialogo, della lettura e dell’ascolto.

L’ipotesi si sa azzardata. Ma si spera non fantasiosa, come non lo è l’occasione di avvicinare l’impegno editoriale all’esperienza del riconoscimento e della condivisione, dove si immagina che possa avvenire, ancora una volta, un incontro vero.

Il progetto Gialla Oro è curato da Augusto Pivanti.