L'ora zero - Prisca Agustoni

Cod. Art. 978-88-9382-186-5
€13.00
Disponibile
1
Dettagli del prodotto

Il vuoto lo senti nella scarpa capovolta
in attesa del piede.

Non si lasciano le scarpe sepolte,
no, questo non lo si deve proprio fare
a testa in giù, in pieno abbandono,
quasi fossero radici mute,
rovine, ortiche nascoste
in un giardino incolto:

dov’è il piede smarrito,
il sole di ieri che rischiara
l’inverno di domani, dove?

Meglio non inoltrarsi troppo nelle radure
della casa, nel patio dalle piante
agresti, perché il bruciore
rivela ciò che sotterraneo sedimenta:
eritemi, lesioni,
quanto la memoria ancora brucia.

Il rosso della sciarpa arde
appesa al silenzio del muro
e taglia in due il giorno

mentre il dolore
percorre sentieri invisibili
nella scarpa che aspetta.


Prisca Agustoni è nata a Lugano (Svizzera) nel 1975. Ha vissuto per molti anni a Ginevra, dove si è laureata in Lettere e Filosofia. Dal 2003 vive tra la Svizzera e il Brasile, dove lavora come traduttrice e come docente di letteratura italiana e comparata presso l’Università Federeale di Juiz de Fora. Scrive in italiano, francese e portoghese e si autotraduce nelle tre lingue, considerando questo processo di autotraduzione un processo creativo, del quale si occupa anche come ricercatrice. Fa parte del comitato scientifico del Festival Internazionale di letteratura Chiasso Letteraria e ha partecipato come autrice invitata a diversi festival internazionali di poesia in Europa e in Sudamerica. Ha pubblicato le raccolte di poesia Sorelle di fieno (Belo Horizonte, Mazza Edições, 2002); La morsa (Lugano, Alla Chiara fonte, 2007); A recusa (Lisbona, Pasárgada, 2009); Casa delle ossa (Lugano, Opera Nuova, 2010); Le déni (Ginevra, Samizdat, 2012); Poesie scelte (Novara, Ladolfi, 2012); Cosa resta del bianco (Mendrisio, Gabriele Capelli, 2014); Un ciel provisoire (Ginevra, Samizdat, 2015, selez. Prix Lettres Frontière, Francia); Diario di bordo (Belo Horizonte, Mazza Edições, 2015); Casa dos Ossos (Juiz de Fora, Macondo, 2017, finalista Prêmio Oceanos, Brasile-Portogallo); Animal Extremo (San Paolo, Patuá, 2017); O mundo mutilado (San Paolo, Quelônio, 2020).
Ha pubblicato interventi, poesie e traduzioni su varie riviste e antologie.

Salva questo articolo per dopo