Tunnicchje. A poddele d'a Malonghe. Interpretazione lucana di Le avventure di Pinocchio - Assunta Finiguerra

Cod. Art. 978-88-7848-2784
€23.00
Disponibile
1
Dettagli del prodotto

Assunta Finiguerra di San Fele (PZ) è mancata il due settembre 2009.

Ha vinto numerosi premi tra cui il “Giuseppe Jovine”, il “Premio Pascoli” e fu finalista al premio “DeltaPoesia”.

Suoi testi poetici sono apparsi su Pagine, Periferie, Poesia, Lo Specchio, L’Area di Broca, Capoverso, Ciemme, Gazzetta Ufficiale Dialetti, Kamen', Incroci e in diverse antologie fra le quali: Nuovi Poeti Italiani a cura di Franco Loi, Einaudi Editore.

Nel 2006, all’Università la Sapienza di Roma, Alessia Santamaria ha discusso una tesi sulla sua poesia, relatore Ugo Vignuzzi.


De lèvene massicce cume a Pinocchje
nda panze d’a balene e cu Geppette
na lime, na raspe, nu chiuove e n’accette
só fenute cu tutte sta ricchezze

l’acedetà de stomeche che grattacape!
me sturdissce sotte o purpe ssciambagnone
se trove ddà da quann’ere nu guaglione
e sscije futtenne sicce p’i sette mare

mane mane ca sscénne re stendine
u spettàcule ca vede è allucinande
alice sarde tonne salmune e sgumbre
s’a repetéjene ca nu só sottuoglje

cumbuà delfine me face proprje pene
ha mise u musse nda quire de nu pesscespade
e ddà se torcene sierpe nnamore
facenne paure a cchi passe ucine

e mmarionette de nome e de fatte
re ggendure accummènzene a ffà trecche
e Geppette cu nu file d’uoglje Necche
re mmette a pposte prime c’a balene cache


Di legno massiccio come Pinocchio
nella pancia della balena e con Geppetto
una lima, una raspa, un chiodo e un’accetta
son finita con tutta sta ricchezza

l’acidità di stomaco che grattacapo!
mi stordisce sotto il polpo scialacquone
si trova lì da quand’era guaglione
e seppie fotteva per i sette mari

man mano che attraverso l’intestino
lo spettacolo che vedo è allucinante
alici sarde tonni salmoni e sgombri
rimpiangono di non essere sottolio

compare delfino mi fa proprio pena
ha messo il muso in quello di un pescespada
e si contorcono serpi in amore
facendo paura a chi passa vicino

e marionetta di nome e di fatto
cominciano a scricchiolare le giunture
e Geppetto con un filo d’olio Necchi
le mette a posto prima che la balena cachi

Salva questo articolo per dopo