PERCORSO DEL POETA

Per chi non mi conosce

vengo dalla ragionieristica:

l’ approccio alla scrittura

furon verbali e relazioni.

Per moderna comodità’

accendevo il computer

sottomettendomi come tutti

al bieco monopolista.

Mi fu insegnato ad usare

un’apposita funzionalità’:

il tasto giustifica.

In questo modo si utilizzano

le righe fino in fondo

ed il documento appare,

così dissero i responsabili,

più razionale ed ordinato.

Qui sorge il problema

( esistenziale?):

a me non piace occupare

tutti gli spazi disponibili.

Allora mi avvicinai alla poesia

per ribellione al tasto giustifica.

Il mio approccio alla poesia

appare del tutto ingiustificato.