Dalla finestra

guardo le cose che passano,

la pioggia battente sul selciato,

i bambini che giocano,

donne che sorridono,

cani che abbaiano e si rincorrono.

Dalla finestra

ascolto in silenzio

il rumore del vento,

il battito di un cuore lontano,

quello di un vecchio

rimasto ormai solo,

il verso di un gabbiano

che abbraccia l’isola in volo.

Bello sarebbe morire senza morte.