La tengo immortale
Poco distante dalla tomba di mare
Che potrebbe inghiottirla.
E’ una sacca essenziale.
Mi chiama per nome
Mi tocca le intime parti
Sapendo che tutto è una stoffa
Un pacco, un proscenio.
Mi offre le oscene sue vesti
Di lesto giullare
Mi dona ventose di rame.
Sa bene che il tacco
E’ un trillo di bacio.
Non sa che il ventaglio
E’ una scatola chiusa.