La mia terra è terra
che al mattino segue l’alba
e la sera torna nel ricordo.
Profuma di piccole mele acerbe cotte al sole
e di mare che non piange sale.
La mia terra è un grido che passa sui giornali
come allarme per un giorno.
E’ infinita –
un cielo che non conosce toni grigi.
E’ terra che inghiotte il fuoco
dentro e fuori dalle bande.