Una cosa che

nessuna parola può dire,

il nostro essere funamboli

appoggiati a quest’ombra

che appare

che resta in superficie

che siamo,

prima di farne a meno.