Roberto Bon

KATJUSA


Fiorivano i meli, fiorivano i peri,

le nebbie veleggiavano sul fiume.

Katjusa discendeva sulla riva,

sull’alta riva scoscesa.

Discendeva, intonava una canzone

Sull’aquila grigiastra delle steppe,

sull’uomo che amava,

di cui conservava le lettere.

Ohi tu, canzone, canzoncina di fanciulla,

vola dietro al nitido sole

e al combattente, alla remota frontiera,

reca il saluto di Katjusa

Che egli ricordi la ragazza semplice,

che ascolti com’ella canta,

che custodisca la terra nativa,

e Katjusa custodirà l’amore.

Fiorivano i meli, fiorivano i peri,

le nebbie veleggiavano sul fiume.

Katjusa discendeva sulla riva

sull’alta riva scoscesa.

Mikhail Isakovskij