Redenzione,

piagnisteo squallido e insistente

di una serpe che attraversa lentamente la strada;

cascate di luci di semaforo su sfondi di case popolari,

soffocanti anditi grigi

e passaggi a livello in cui sentirsi perduti.

Redenzioni d’amore dopo anni di malinconia,

luci di semaforo illuminano

quartieri gremiti di facce nere e gialle,

nei vicoli angusti, nei selciati, visi bruni,

volti scuri coi turbanti accostati a saracinesche a fumare.

Auto in corsa, cani azzoppati,

grappoli redenti di altri curiosi animali

e bestie a branchi fanno rumore;

ferro e fuoco sui binari del tram

e sangue sui solchi.

Ferro di lame roventi, fuoco di cuori pulsanti,

donne e uomini attendiamo,

uomini e donne davvero redenti.