LA VERA TRASGRESSIONE

Nel campo del linguaggio, la vera trasgressione non è dire “ti amo”, ma “ti voglio bene”.

Si può dire “ti amo” per tradizione o per desiderio di nuovo, in buona fede o per tornaconto, con gioia o per noia. Volere bene è rivoluzionario; è uscire dal nostro naturale e istintivo egocentrismo per andare verso l’altro.

Se mai ci sarà una via di salvezza per il mondo, essa non potrà che passare attraverso il bene.

Umberto Galimberti