Partire di pochi

Partire

di pochi è

il disegno

nel cuore dell’arsa palude

Sopporto

il male

del Tempo

allarmo d’angoscia

la Storia che

più non t’ insegna

a morire

occhio anima tuono

Tutto, hai deposto sull’avido legno

e quella furia

celeste che fa pari agli angeli tu

In fondo

sapevi

perdere

il tempo ritrovato tu

sapevi di cielo e di stelle

quel giorno, tu

… tutto è già stato detto

per te che sai parole e

per te che non le sai e

intorno a sogni invisibili

tormenti l’ineffabile

Perché volare stanca.

Ma Gea non delude mai

Non abbandona i figli

Prepara sempre da mangiare

Compra giocattoli alla moda

Così tu non deluderai mai

Non abbandonerai i figli

Preparerai sempre da mangiare

Comprerai giocattoli alla moda

E i tuoi figli

coi loro figli

dei figli

dei figli.

Perché volare stanca

Perché

Partire

di pochi

è il disegno,

forse –

di nessuno mai