I tuoi occhi cantano
l’assenza non è perdita,
ti sei spostato
forse, stai solo roteando
come un satellite intorno
al pianeta che ci vide leggeri
dentro una carezza.