Elliott Erwitt

EL SOL

Nomi, fuligginose

scriture ineloquenti,

non ha più continenti

l’anima de le cose.

Per mano su la brecia

chi prenderà el bambini,

la voce del divino

paterno che s’intrecia

a le verdi tonsure

de l’erba, ai dritti ferri

de le reti, sui sterri,

mezo a radici impure

(el brillio de la foia

che rivela la piova,

la lumaga che sdova

lenta, de controvia)?

Sul mare del frumento,

dulceza e nostalgia

de nave senza scia,

chi rivedrà più el vento?

Franco Scataglini