Quando gli aerei non volavano

il carbonio non spezzava il cielo

con scie infinite di condensazione.

Solo rondini di passaggio nell’azzurro

chiare traiettorie d’ali silenziose.

Ed era più bello, più misterioso il mondo

visto con gli occhi di mio nonno

che non è mai andato oltre

il suo orto verde di gloria.