Ben Goossens

IL VESTITO

Sdràiati sulla collina luminosa
con la mano della luna sulla guancia,
la carne fonda tra le pieghe bianche del vestito,
e non sentirai la talpa passionale
che prolunga la propria tenebra,
né il gufo che dispone tutto nella notte,
che è la sua saggezza, né la poesia
che ti colma il cuscino di piume azzurre.


Ma se ti spogli del vestito e ti sposti nell’ombra,
la talpa ti troverà, e anche il gufo, e anche la poesia,
e cadrai in una tenebra ulteriore, una che ti troverai
a fare e rifare finché non sarà perfetta.

Mark Strand