Ritorna tra di noi il pensiero, ed

un sentimento di ira dal cuore

giunge fino alle parole, un boato

sordo come rumori di silenzio.

Il silenzio che qualche volta fa

male, dove la mente lavora

pensieri che non parlano al

cuore, non utili alle incertezze

dell’uomo.

Le ombre che attendono nella

notte dei tempi, e che

accompagnano le notti languide

delle primordiali vite, nelle vie

dell’inconscio asciugano i sudori

stanchi dei sogni agitati e mai

visibili nell’occhio stanco della

luna piena che guarda muta il

terrore ardito dell’animo umano.

(Da VERITA’ 2008)