La raccolta di poesie di Lillo Gullo “Lo scialo dei fatti” inizia con la citazione di tre versi di un altro poeta che fu cantore appassionato del Mediterraneo, Eugenio Montale: “La vita è questo scialo / di tristi fatti, vano / più che crudele”.

“In attesa di essere altro, / vaga svagata nel sommo / una nuvola color zafferano: / sarà il muso d’un vento / o una pioggia sul giallo del grano”. Sono versi tratti dalla nuova raccolta poetica di Lillo Gullo, di recente uscita, Lo scialo dei fatti. Siciliano, benché da molti anni “acquisito” alla nostra regione – abita infatti fra Trento e Merano – Gullo porta sempre con sé, come uno degli elementi costitutivi dei suoi versi, il colore e l’apertura naturale e di sogno del Mediterraneo. Non a caso, scorrendo fra i titoli delle poesie di questa raccolta, troviamo “La luce bambina”, “Lo scampanio degli ulivi”, “Brezza di mare”, fino al “Feudo dei Ciclopi” di omerica memoria. Continua qui la lettura della recensione.