Lampituoni rimbombano lontani

Lampituoni rimbombano lontani

s’allagano le case di non senso

dalla rete cola piano risale

dall’occidente s’allunga si spiega

scende serpeggia sangue sul selciato

se l’angoscia del pane lo permette

scontro di titani bambole rotte

le candele nere con nastri verdi

se l’angoscia del pane lo permette

fratelli sono tempi molto strani.

Sul sonno finale di fine giugno

Sul sonno finale di fine giugno

squarci d’eco d’orrore

cavalca trionfa la notte

fluidofiume fiammante

Mille parole grondano

su braciceneri senza colpevoli.