dal sito Rai, Millepagine

Se si va in cerca della poesia nell’archivio delle Teche Rai, come ha fatto Giuseppe Bertolucci nel 1999 per realizzare il suo film di montaggio “In cerca della poesia” per la serie “Alfabeto italiano”, se ne trova eccome: interventi, letture d’autore, immagini suggestive, incontri emozionanti con i più grandi poeti del ‘900. C’è solo l’imbarazzo della scelta ed è facile per fortuna incontrare i volti e le voci di personalità come Eugenio Montale, Giorgio Caproni, Alfonso Gatto, Giuseppe Ungaretti e tanti altri. Per questo, oltre a riproporre il film di Bertolucci diviso in 11 clip, Millepagine affianca a questi video uno speciale intitolato Poeti in tv e 8 speciali monografici dedicati ad alcuni tra i mostri sacri della poesia italiana moderna e contemporanea: Pier Paolo Pasolini, Andrea Zanzotto, Mario Luzi, Alda Merini, Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, Edoardo Sanguineti, Giorgio Caproni. Nel suo viaggio attraverso la poesia italiana più recente Giuseppe Bertolucci tocca molti temi nevralgici del fare poetico sui quali interpella indirettamente alcuni grandi autori che trasmettono così le loro esperienze umane e artistiche alle generazioni successive.Mediante un montaggio serrato ed evocativo si passa da Attilio Bertolucci, Mario Luzi, Sandro Penna, Giuseppe Ungaretti e altri poeti che leggono le loro poesie (Dalle maremme con cavalli), a Pasolini che parla del ventennio fascista e della società dei consumi seguito da Totò che recita una poesia (Poeti si nasce). Si continua con Mario Soldati che Sulla tomba di Virgilio e Leopardi a Napoli si domanda che A che serve la poesia. Domanda a cui rispondono Giuseppe Ungaretti, Giorgio Caproni, Andrea Zanzotto, Sandro Penna e altri ancora. Alla domanda complementare A cosa servono i poeti? rispondono Eugenio Montale, Andrea Zanzotto, Alfonso Gatto, Sandro Penna, Giuseppe Ungaretti e altri. Il controverso rapporto dei poeti con la celebrità e con il piccolo schermo viene illustrato dalle immagini in cui Montale riceve il Nobel per la Letteratura, Pasolini spara a zero sul successo, Dario Bellezza litiga con Aldo Busi in un salotto televisivo (I poeti e il successo).Pasolini è il protagonista di altri due video: quello in cui parla della televisione come medium di massa (Pasolini e la televisione) e quello in cui, seduto in poltrona accanto a Ezra Pound, legge uno dei “Canti pisani” del grande poeta statunitense (Ezra Pound e Pasolini).I rapporti tra poesia e tecnologia vengono approfonditi da Montale, Ungaretti, e dallo stesso Pasolini, mentre il connubio tra poesia e televisione viene esemplificato attraverso due strane coppie: Umberto Saba – Aldo Biscardi e Edoardo Sanguineti – Piero Chiambretti.