(…) Diventato una pura attenzione dei sensi, fluttuo senza pensieri e senza emozioni (…).

(…) Come vorrei – lo sento in questo momento – essere una persona capace di vedere tutto questo come se non avesse con esso altro rapporto se non vederlo (…).

(…) Non aver imparato fin dalla nascita ad attribuire significati usati a tutte queste cose; poter separare l’immagine che le cose hanno in sé dall’immagine che è stata loro imposta. Smarrisco l’immagine che vedevo. Sono diventato un cieco che vede (…).

(…) Tutto questo non è più la Realtà: è semplicemente la Vita (…).

foto: Jacob Jovelou-Skater

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]