Senza titolo-1Quest’anno, forse perché si cade nel tempo dell’Expo, i testi poetici pervenuti hanno raggiunto una quasi imprevedibile sovrabbondanza. Ho cercato di leggere, attraverso la mia lente poetica, che è quella del Realismo Terminale. Ciò nonostante ho dato spazio anche a testi più tradizionali, compresi taluni particolarmente “innocenti”. Questo per dar conto della differenza dei modi come della variazione di qualità. Ne viene un’indubbia finestra senza vetri e senza imposte da cui guardare il nostro tempo… qui di seguito potrete scaricare il pdf contenente gli autori selezionati ed altre informazioni.