Seduto al bordo di una sedia sfondata,
nauseato, malato, appena vivo
scrivo versi precedentemente compianti
per la città in cui nacqui.

Bisogna acchiapparti, anche qui
nacquero figli miei cari
che tra tanto castigo
ti addolciscono in modo così bello.
Bisogna imparare a resistere.
Né a fuggire né a restare
a resistere.
Sebbene è certo
che ci saranno più pene e oblio.

foto: Zoltán Bartha-Message

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]