Mi sveglio
più stanco
di quando mi
sono addormentato.
È l’effetto del pensiero
che resta lì impigliato
dentro l’oggetto
della sua passione
e non si spegne,
trascinato
dietro la visione
dell’abbaglio.
Sto sulla traccia
del tuo fantasma
e, nell’assenza,
vivo amplificato:
la tua voce,
l’odore, tutto
diventa immaginato
ed è una caccia che,
di colpo
incosciente dentro il sogno,
mi lascia più sfibrato.

foto: Nom Kinnear-Fortunes ballad

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]