(…) La mia sensazione dominante è che quest’anno tutti e due dobbiamo essere liberi per scrivere, e che anche la pienezza della nostra vita insieme deve aspettare per questo. Preferisco sedere nella camera mobiliata di un albergo e lavorare, che avere un bell’appartamento e sentire che la preoccupazione per il denaro ci paralizza il nuovo. Il tempo passa, e non possiamo permetterci di perdere un altro anno. Non essere impaziente con me. Odio scriverti tutto questo. Tu sai che ti amo. Tig (…)

foto: Monica Argiolas-Nella tela del ragno

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]