Fu dove il ponte passa
in altra terra
e il pulviscolo d’acqua
assembrava la pioggia,
fu lì che dicesti : “Il luogo
non è questo”. Tutto parve
usuale, la freccia di confine,
le sentinelle aggravate dal sonno,
il volto inerte di chi impersona
un dio sdoppiato,
specchio che ti ravvisa.

foto: Shila Khodaparast-Eyes 2

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]