La puoi decidere anche così
la direzione da prendere:
per i girasoli che ti guardano in faccia.
Ciò che li spalanca ci apre
affondando il colore nella bocca
l’origine rivolta della sorte
come le instillasse un canto.
Nessuno conosce
a quale oscurità giunga la tenerezza
in viso, che dissolve ai piedi l’ombra
mentre la luce – ardendo – batte
in pieno ai fianchi.
Così credo di seguire la tua voce
e raggiunta dalla notte
quotidiana, trattenerla negli occhi
che si oscurano –
dominante chiara.

foto: Adam Holweg-Suns

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]