Questo azzurro di luglio senza te
è attraversato da troppo neri rondoni
che hanno un colore di antenne
e il taglio, il guizzo della tua scrittura.

Si va dal “caro” alla firma
dal cielo alla terra
dalla prima all’ultima riga
dai tetti alle nuvole.

foto: Lucio Del Pezzo-Lo strale del negombo

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]