da “il Giornale”

L’assedio di Leningrado, i primi versi, i lavoretti come fotografo per la tv, la prigionia in Urss, la fuga negli Stati Uniti, il premio Nobel… C’è tutta la vita e tutta la poesia (e tutte le sue amicizie, da Auden alla Achmatova) nelle coversazioni che Iosif Brodskij (1940-96) ebbe dal 1978 fino alla morte con lo scrittore russo Solomon Volkov. Dagli ospedali psichiatrici al sublime… scarica l’articolo in pdf

 

[product_attribute attribute=’autore’ filter=’Volkov-Solomon’]