Con il rafting lo scendo il tuo torrente
di cui ci sono mappe approssimate,
come una foto che scolori in niente.

Ne drago un fondo, mio scorticamento,
o ci poltrisco sopra i colli molli
e poi mi annebbio all’eco dei tuoi fiordi,
anche a te ignoti, lo ricordi?

foto: Orazio Scuderi-Waterworld, 2010

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]