Giungere qui – tu lo vedi
dopo un qualunque dolore –
è veramente
tornare al nido, trovare
le ginocchia materne,
appoggiarvi la fronte –
mentre le rocce, in alto,
sui grandi libri rosei del tramonto
leggono ai boschi e alle case
le parole della pace –
mentre le stanche campane discordi
interrogano il silenzio sui misteri
della sera, dei cimiteri
dischiusi, dell’inverno
che si avvicina –
e il silenzio allarga,
impallidendo, le braccia –
trae nel suo manto le cose
e persuade
la quiete.

foto: Jock MacInnes-Sea view sunset

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]