Sii in me come l’eterno variare
del vento gelido,
e non come cose transitorie.

Gaiezza di fiori.

Prendimi nella solitudine dura
di rupi tenebrose
e di grigie acque.

Fa che gli dei parlino di noi dolcemente
nei giorni che verranno,
che i fiori ombrosi dell’Orco
ti ricordino.

foto: Adrian Donoghue-Behind the dream wall, 2010

[button link=”http://www.lietocolle.com/cms/?page_id=4631″ color=”orange” size=”small” target=”_self” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=””]ARCHIVIO[/button]