So d’essere stata felice a te accanto;

ma ciò che è stato è stato, e così sia.

Non giova a nulla struggersi nel pianto –

chi lieto visse, sfida l’agonia.

Non farò verso per un cuore infranto;

tu che sei un uomo sdegni le mie lacrime;

se la mia fede ti volessi offrire

ne avresti una paura da non dire.

 

Ma è questa d’ogni donna la mania:

uno dopo l’altro dare, dare,

la più dolce per lei delle emozioni.

A te che non hai chiesto promesse nè canzoni

regalo la mia essenza per l’intera vita mia;

per dopo, nulla ti posso giurare.