Ci viene restituita una corsa a Villa Sheibler,
il legno della porta, un verde esteso
per nomi e anni fino a qui, fino all’ora
più discorde, fino al lungo terminale. E tu
sorridi e ti disseti in quella goccia, accordi
le lancette del polso a quelle celesti, episodio
episodio tornato al ritmo, essenziale nudità, quel
lontano di noi che risuona, placato, nelle labbra.

Foto: Lena Dunaeva-Black&White for Ludmilla

Archivio