Il falco scende a picco sul cranio scorticato.
Morsica laterale col becco ingiallito
le statue di San’Anna, le nivee speranze-
una beatitudine che aspetto è questa.
Tirare fuori gli anellidi dalla gola
essere il poeta del foro la colomba sulla spalla
appiccare il Fuoco sedermi nel Fuoco
librarmi nei barocchi vicoli luridi di piscio
pulire l’andatura dalle botte portare i capelli
in alto squartare per bene il Kyrie eleison
invitare solo i topi al banchetto nuziale.

in Congiungimento, Spagine, 2017

 

Ilaria Caffio è nata a Taranto. È laureata in Scienze Filosofiche con una tesi su Simone Weil. Organizza eventi culturali e cura numerosi progetti. Ha pubblicato la raccolta poetica Congiungimento (Spagine Poesia, Fondo Verri, 2017) a cura di Mauro Marino, con prefazione di Flaminia Cruciani. Alcune sue poesie sono state inserite in Secolo donna 2017. Almanacco di poesia al femminile (Macabor Editore), a cura di Bonifacio Vincenzi.