si comincia da qui

ma di tutte le storie sommerse
nel guano della memoria
questa è di gran lunga
la più infame

la voce cercata di bocca in bocca
la smorfia del vuoto
l’umidità verde che parla
la lingua delle pareti
la luce picchiata
sul buio dei corridoi

foto: Sebastian Schramm-Head 2