gialla 2016

Home/gialla 2016

Gian Mario Villalta vince il Premio Ceppo Selezione Poesia con Telepatia (LietoColle 2016)

... per la tensione alla verità e l’inesausto slancio verso un reale stratificato e complesso ove s’intrecciano persone del passato (Zanzotto) e affetti di tutta la vita (la figlia ancora bambina), memorie (le madri cattoliche del Novecento) e utopie, sentimenti del paesaggio e sentenze d’ordine riflessivo. Telepatia raccoglie e concerta una serratissima sequenza di diciannove poemetti, ognuno narrativamente, stilisticamente e [...]

15 Febbraio 2017|

La leggerezza dei profumi, con la grevità aspra del gelo di Elvira Fantin

Quello di Luciano Cecchinel (collana Gialla Oro  - Lietocolle/pordenonelegge), è un libricino giallo, che s’increspa coll’umidità e si appiana col calore della stufa, come fosse un oggetto vivo. Strano libricino emerso da un tempo difficilmente collocabile, anche se la conta del poeta ne fa risalire i contenuti intorno agli anni Ottanta, fatta eccezione per il testo in francese ascrivibile al [...]

10 Febbraio 2017|

Da un tempo di profumi e gelo – Luciano Cecchinel (Gialla oro 2016)

Il nostro primo incontro nacque tanti anni fa nella biblioteca, al centro della sua Pieve di Soligo, a pochi passi dalla casa di Andrea Zanzotto.  Luciano Cecchinel e Marco Munaro, che poi diventerà carissimo amico e mio editore, mi accolsero. Di Luciano ricordo l’asciuttezza serissima, acuminata, onesta, emersa dall’ebollizione  di una permanente introversa inquietudine. Questo odore indelebile di montagna e [...]

3 Dicembre 2016|

Marco Pellicioli: L’Orfano. Ed. LietoColle, 2016. Lettura di Franca Alaimo

La domanda che già s’impone nel testo d’apertura, quel “Chi siamo?” così accoratamente sgorgato dalla paura non solo della morte, ma “dell’imperante presente/ che fagocita i padri, le radici, la storia”, lasciando ogni uomo  “orfano”, come recita il titolo della silloge, ritorna senza risposta nell’ultimo testo, in cui è l’acqua della Mörla ad invadere “case, tetti e sottoscala”, i luoghi [...]

25 Novembre 2016|

gialla 2016 – Francesca Serragnoli

Francesca Serragnoli (Bologna, 1972) è laureata in Lettere Moderne e in Scienze Religiose. Ha lavorato presso il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna fino al 2007. Ha pubblicato le raccolte Il fianco dove appoggiare un figlio (Bologna, 2003, nuova edizione Raffaelli, 2012) e Il rubino del martedì (Raffaelli, 2010). Collabora con il Centro Studi Sara Valesio. È perfezionanda presso [...]

1 Ottobre 2016|

Francesca Serragnoli, Aprile di là, Pordenonelegge & Lietocolle 2016, Lettura di Elio Grasso

Sei anni dopo Il rubino del martedì giungono altre “isole” da Francesca Serragnoli, scritti che salvaguardano quel posto dove il grado dell’uomo è ricco e vivo anche se in balia delle arie mortali. Come scrivevo a proposito del Fianco dove appoggiare il figlio (uscì nel 2003 e lo apriva un’energica nota di Giovanna Sicari), sono isole in forma di poesia, [...]

26 Settembre 2016|

A pordenonelegge – La poesia protagonista, anche con una nuova casa editrice tutta Gialla Oro

Non c'è Festival letterario che sostenga la poesia più di Pordenonelegge. Motivo per cui la manifestazione è quasi più popolata da autori in versi che da narratori. Uno spazio, quello della poesia, che da sempre si divide tra gli incontri serali alla Loggia del Municipio e la Libreria della Poesia, oltre a nuove location ideate addirittura nel bucolico paesaggio del [...]

21 Settembre 2016|

Maria Grazia Calandrone “Gli Scomparsi” lettura di Franca Alaimo

Maria-Grazia-Calandrone-Gli-scomparsi-copertinapiatta-200x280Scrive la Calandrone in “Nota dell’autrice”, aggiunta in calce ai testi, di volere dedicare questa sua nuova silloge, Gli Scomparsi, “ad alcune vite incontrate grazie al museo dinamico dello schermo televisivo” ed in particolare alla trasmissione Chi l’ha visto? La silloge, dunque, racconta una serie di storie di scomparsi, alcuni ritrovati morti, altri rimasti per anni o per sempre nell’incertezza della loro sorte. Storie che accadono sempre sotto lo sguardo impassibile e innocente della Natura, dea psicopompa degli inesauribili passaggi dalla presenza all’assenza, dalla vita alla morte, entro cui spesso si lasciano volontariamente cadere i corpi dei vivi. Quelli che hanno scelto certi elementi naturali per il loro ultimo viaggio metamorfico, per esempio, l’acqua: un tipo di morte che coinvolge emozionalmente l’autrice, per via del suicidio per acqua della madre naturale, figura che ritorna nei suoi versi come un’icona nient’affatto fissa, ed invece capace di variazioni pressoché infinite.

15 Settembre 2016|

Inchiodando ogni parola. Carola D’Andrea su “L’orfano” di Marco Pelliccioli

La tua domanda non è solo l’ultimo capitolo della raccolta L’Orfano, recentissima pubblicazione di Marco Pelliccioli, ma è quasi la richiesta, l’imperativo che il poeta pone ai suoi lettori, riprendendo proprio l’interrogativo della prima poesia: “Chi siamo?”. Una domanda depositata inizialmente sulla pagina senza alcuna pretesa di risposta, quasi uscisse dai gorghi dell’anima, forse taciuta e poi sussurrata per necessità, [...]

9 Settembre 2016|

“Telepatia” di Gian Mario Villalta. Un libro che ti entra dentro.

Foto gianmario_villaltadi Bonifacio Vincenzi. “A cinque anni dall'uscita dell’ultima raccolta (Vanità della mente, Premio Viareggio 2011) - racconta Gian Mario Villalta - credo di avere, se non risolto, approfondito molti dei problemi formali che mi portavo dietro da tempo. Ne risulta un libro più fruibile, che entra in dialogo con il lettore. Per me una tappa davvero importante.” Sta parlando chiaramente della sua nuova raccolta di poesia, Telepatia, edita recentemente da LietoColle e che in pratica inaugura la collana di poesia “Gialla Oro”, diretta da Augusto Pivanti.Telepatia propone 19 poemetti, in circa 150 pagine di versi. Un percorso poetico che ha attraversato tre anni della sua vita, ma ne è valsa la pena, perché queste poesie sono un vero e proprio dono per tutti quei lettori che volessero riconciliarsi con una lettura poetica appagante e, per una volta, vicina al loro sentire... continua

31 Luglio 2016|