In evidenza

Home/In evidenza

iPoet aprile – vince Letizia Polini

Un filo, uscito dalle labbra bagnato e più fino si preparava per centrare pur tremando, il vuoto metallico della cruna. Atto preparatorio che finisce col nodo e sancisce l'inizio con un foro. Tirando, il filo riconcilia lo strappo, da quando non calcolate le misure o la forza o per l' entrata obbligata si è tirato si è premuto si [...]

4 Maggio 2019|

iPoet 2019 – marzo. Vince Ersilia Riccitelli

Devo stare ferma tutto il giorno per prendere parte alla scena, conficcarti il mio pianto dentro al petto avere paura, cominciare. L’attesa è quasi un bene che mi canta sulla faccia. Mi affronta a viso aperto, domanda, ha la tua voce. Il desiderio non ha cattedrali di perché ma case vuote, e passi mossi verso l’orlo del mattino. Il [...]

7 Aprile 2019|

Vito Intini su Metin Gengiz (LietoColle 2018)

“Il sangue schizza dalla terra ad ogni colpo di zappa” Metin Cengiz è un invidiabile, indomito, inesausto lavoratore al servizio della Parola e della Fraternità, assomiglia ad un ridente trattore che smuove il terreno indurito delle anime, fra gli ulivi contorti, sempre attento a riconoscere e a non ferire le radici che ci nutrono. La poesia di Metin Cengiz [...]

10 Marzo 2019|

Sul cancello le rose: la soglia e il giardino nella poesia di Cristina Campo. Di Giovanni de Girolamo

Sul cancello le rose: la soglia e il giardino nella poesia di Cristina Campo.  “Così il passo d’imperatrici delle ragazze di           Bagnara perché portano l’orcio e vanno scalze”                                                                                                         Vi è un luogo ricorrente nella poesia del '900, quello del giardino violato dal segno linguistico e dipanato d'ombra nella traccia della luce trattenuta, mutata in liturgica parola. Valicato il [...]

4 Marzo 2019|

L’Ulisse di domenica: “Il volto e la voce. Contatti tra la saggistica di Umberto Fiori e la filosofia Emmanuel Lévinas”

Nel corso di queste pagine tenterò di mostrare i legami intertestuali e le convergenze filosofiche che permettono di accostare alcuni scritti di Umberto Fiori con l’opera di Emmanuel Lévinas. Tracce del pensiero di Lévinas sono infatti presenti in numerosi scritti nei quali Fiori discute il rapporto tra etica e poesia e riflette sull’incontro/scontro con l’alterità. Dato che proprio la relazione [...]

10 Febbraio 2019|

iPoet 2019 – Gennaio, vince Grazia Procino

Grazia Procino insegna Lettere presso il Liceo Classico “Publio Virgilio Marone” di Gioia del Colle. Pur scrivendo da sempre, si è avvicinata recentemente al mondo poetico attraverso la scrittura degli haiku; tre suoi haiku sono stati pubblicati da Fusibilia Edizioni. Ha pubblicato la silloge di poesie “Soffi di nuvole” nel 2017 con la Casa Editrice Scatole parlanti. Nel mese di [...]

9 Febbraio 2019|

iPoet dicembre 2018 – Vince Stefano Re

Invidio quelli che rammendano calze, io viaggio in compagnia di buchi percorro strade in scarpe senza tacco che sbuffano polvere e insabbiano l’interno. Sono calze con buchi come occhi che osservano le strade e ammiccano alla gente. Nessuno ride a vedere le mie calze, e io non mi vergogno, cammino in cerca di un ristoro o di qualcuno che [...]

3 Gennaio 2019|

Poesia è pronfondità e lentezza: intervista a Michelangelo Camelliti.

fonte: https://poesiadelnostrotempo.it/ Può raccontarci brevemente la storia di LietoColle e della sua collana “Gialla”, e quali sono, a suo giudizio, le peculiarità che la differenziano dalle altre case editrici? LietoColle nasce ormai trentacinque anni fa, e nel proprio corso ha vissuto stagioni anche molto diverse tra loro. Gli ultimi tempi – quelli recenti che hanno condotto, tra le altre cose, [...]

17 Dicembre 2018|

10 poesie italiane degli anni ’70 del XX secolo

Fonte: http://leonbizz66.blogspot.com/2018/11/10-poesie-italiane-degli-anni-70-del-xx.html Adoro gli anni '70 del XX secolo, e probabilmente mi appaiono come in realtà non erano, ovvero come un decennio eccezionale e irripetibile; il motivo principale sta nel fatto che in quei precisi anni io attraversi la fase più bella della vita umana: l'infanzia (e la mia fu particolarmente felice). Ma, volendoli guardare in modo più distaccato - pur [...]

8 Dicembre 2018|

iPoet 2018 – novembre. Vince Davide Morelli

“Pezzo facile”: Se consideri la vita come un peso lordo e ci togli tutta la noia e l’alienazione rimane davvero poco il peso netto. Sono pochi gli eventi improcrastinabili. Vivere significa talvolta ammazzare il tempo: tutto quel tempo che ci mancherà quando saremo agli sgoccioli. Talvolta si resta imbrigliati dall’orizzonte. Un tempo avrei osato l’inosabile. Ascolto le strida dei gabbiani. [...]

2 Dicembre 2018|