In evidenza

Home/In evidenza

Il grande respiro. Elio Grasso su “Roma della vigilia” di Giovanna Sicari.

Roma della vigilia uscì la prima volta nelle deliziose Edizioni Il Labirinto, accompagnato da tre disegni di Nancy Watkins. Era il 1999, a quattro anni da Uno stadio del respiro edito da Scheiwiller (forse l’opera più complessa di Giovanna Sicari, perché votata all’ascolto del mondo) e ad altrettanti anni dalla sua morte avvenuta nella notte fra il trenta e il trentuno dicembre 2003. Una decina di poesie, [...]

10 Agosto 2020|

iPoet luglio 2020, vince Giuseppe Cavaleri

AI BRIGANTI, LA PREDA Quando sul cammino incontri una parola nuova, che pare caduta da un melo cosmico, risali sempre le radici che ha percorso. Racchiudila, sformala, adattala alla tua realtà parlante, plasmala. Così accadde un tempo con il primo uomo e poi con il secondo, il terzo, e via, fino ad arrivare a te, al margine che credi [...]

8 Agosto 2020|

Giovanna Sicari: “Roma della vigilia” – Nota di lettura di Fabio Prestifilippo

Durante l'organizzazione della puntata di Residenze Poetiche, il termine “compatto” è sembrato uno dei più appropriati per definire il libro di Giovanna Sicari. Non ero certo di aver capito a cosa si riferisse Giancarlo Pontiggia e in ogni caso non si è trattato di una prima volta: altre volte mi sono scontrato con aggettivi simili ( solido, denso, fitto), [...]

21 Luglio 2020|

Giovanna Sicari: “Roma della vigilia” – Nota di lettura di Maria Grazia Rossi

In questi versi Roma si offre chiassosa e popolosa, appassionata di vita “fragile e orfana”. Roma si offre come luogo privilegiato di un’identità particolare, strabordante di autobiografia ma innaffiata dall’angoscia e dalla consapevolezza di interrogativi sempiterni e universali. Quella consapevolezza della fine e quell’altrettanto straziante attaccamento alla vita: “Dove siamo? Dove finisce, dove accelera il tempo? Quello dei/vecchi o [...]

19 Luglio 2020|

iPoet giugno 2020 – vince Marta Esposito

Isola Questo possiamo dirci: dove non siamo. I luoghi dove passiamo più tempo sono isole: rimandano un'eco sottile come un filo da cucito e noi lo seguiamo per mare. Queste sono armonie sorde di cose che non esistono. Ed è un rumore violento a riportarci in punta di piedi dove eravamo e tutti potevano vederci.   Marta Esposito, nata a [...]

8 Luglio 2020|

ISTANTANEE- Anna Maria Farabbi: “Abitare la traccia” di Prestifilippo Fabio

fonte: cartesensibili Dopo sette anni da Movimenti, silloge pubblicata per Lietocolle, Prestifilippo Fabio entra a far parte della prestigiosa Callana gialla Pordenone, diretta da Augusto Pivanti, edita in collaborazione con il Festival di Pordenone. Quindi raggiunge un’esposizione importante. Purtroppo, non conosco la sua opera precedente e non posso avere una visione complessiva della poesia di Prestifilippo.  Il verbo abitare sceglie, [...]

29 Giugno 2020|

Da Viaggiatore di città a La traversata di Milano. Nota di Matteo Galluzzo

Bauscia è il termine con cui in tutta Italia vengono definiti, in modo invero non troppo lusinghiero, i milanesi o in generale gli abitanti di Milano. Il bauscia è infatti lo spaccone, colui che parla dandosi molte arie, da qui la copiosa produzione di bava. Il termine allude a un’idea di milanesità smargiassa e guascona che trova la sua [...]

24 Giugno 2020|

Da Viaggiatore di città a La traversata di Milano. Nota di Fabio Prestifilippo.

Dopo quindici minuti di dialogo fra sé e le strade di Milano ci ritrovammo a pochi metri dalla Palazzina Liberty, perfettamente parcheggiati. Invidio da sempre la capacità di alcuni colleghi di lavoro, nativi e residenti milanesi, di orientarsi-perdendosi tra le strade della loro città. Quella volta in particolare dovevamo raggiungere Largo Marinai D'Italia per un concerto e questo mio [...]

22 Giugno 2020|

La porcellana tace – Lela Zeckovic

A Trieste, dopo una breve malattia, il 9 febbraio 2018 morì Lela Zečković. Diciotto anni prima, si era trasferita a Trieste per essere più vicina alla sua terra natale. A quel tempo viveva ad Amsterdam da oltre quarant'anni. Ad Amsterdam si è imposta come poetessa, come insegnante di studi letterari e slavi all'Università di Amsterdam, e come traduttrice letteraria. [...]

9 Giugno 2020|

iPoet di maggio – vince Anna Bani

Pasolini in Versilia Preferisco la spiaggia dei poveri dove nei vicini fossi crescono in fangosi grovigli i gigli selvatici e gli uomini fanno i galanti con le donne dal trucco pesante. Sulla riva per pochi soldi un astrologo predice la sorte. Si fa chiamare Omero e finge di essere cieco. Anna Bani è nata a Pisa il 4/1/1957 , [...]

8 Giugno 2020|
Torna in cima