poeti dimenticati

Home/poeti dimenticati

Poeti dimenticati: Augusto Garsia

Nacque a Forlì nel 1889 e morì a Firenze nel 1956. Fu poeta, prosatore e critico letterario; i suoi versi possono essere considerati una prosecuzione della poetica crepuscolare: lo si evince sia dalle atmosfere spente, languide e malinconiche che dalle ricorrenti parole come "stanchezza", "tristezza", "dolcezza" ecc. Garsia spesso ambienta le sue poesie in luoghi desolati, sul far della sera, [...]

12 Giugno 2016|

Poeti dimenticati: Sebastiano Satta

Nacque a Nuoro nel 1867 e ivi morì nel 1914. Si laureò in legge e divenne avvocato; nel 1908 fu colpito da una grave malattia che lo paralizzò e quindi ne causò la morte precoce a soli quarantasette anni. Molto vicino alle idee socialiste, spirito romantico, Satta dedicò quasi tutti i suoi versi al popolo sardo, alle sue tradizioni e [...]

5 Giugno 2016|

Poeti dimenticati: Italo Dalmatico

Italo Dalmatico (il cui vero nome era Gerolamo Italo Boxich) nacque a Spalato nel 1868 e morì a Zagabria nel 1940. Poche e non sicure sono le notizie riguardanti la sua vita; è sicuro comunque che ad un certo punto decise di mutare il suo cognome (da Boxich a Dalmatico) a voler sottolineare (come ha scritto anche il critico Glauco Viazzi) [...]

29 Maggio 2016|

Poeti dimenticati: Olinto Dini

Olinto Dini nacque a Castelnuovo di Garfagnana nel 1873 e vi morì nel 1951. Di nobili origini, studiò dapprima a Lucca, poi a Pisa, dove si laureò in Lettere. Professò l'insegnamento in svariati istituti scolastici prima di ritirarsi, a soli 47 anni, nella sua terra natale. Pubblicò molti volumi di poesie, a cominciare dal 1900, fino all'anno della sua morte. [...]

15 Maggio 2016|

Poeti dimenticati: Cosimo Giorgieri-Contri

Cosimo Giorgieri-Contri nacque a Lucca nel 1870 e morì a Viareggio nel 1943. Poeta, prosatore e drammaturgo, ebbe un discreto successo di pubblico per i suoi romanzi e per le sue poesie crepuscolari ante litteram. I suoi versi mostrano, oltre alle ricorrenti atmosfere malinconiche che lo avvicinano molto alla poetica di Gozzano e Corazzini, degli elementi riconducibili ad ambienti particolarmente raffinati [...]

8 Maggio 2016|

Poeti dimenticati: Nicola Moscardelli

Nicola Moscardelli (Ofena 1894 - Roma 1943) è stato un poeta, un prosatore ed un saggista italiano. I suoi versi iniziali si può ben dire che siano ispirati al crepuscolarismo; successivamente Moscardelli si avvicinò alla poetica futurista e, in parte, risentì dell'influenza vociana. Nella parte più matura del suo fare poetico si notano invece uno spiccato misticismo ed una tendenza [...]

1 Maggio 2016|

Poeti dimenticati: Virgilio La Scola

Virgilio La Scola (Palermo 1869 - ivi 1927) fu autore di poche raccolte poetiche; ebbe come maestri principalmente Giovanni Pascoli ed i corregionali Mario Rapisardi e Giovanni Alfredo Cesareo. Le sue poesie sono, spesso, di argomento religioso e sociale, ma non manca quella attenzione alle "piccole cose" così frequente anche nei versi del Pascoli. Le sue opere furono lodate da [...]

24 Aprile 2016|

urgenze della memoria – poeti dimenticati: Giovanni Tecchio

dal blog I libri de la stanza ascosa di Leonardo Bizzarri Giovanni Tecchio nacque a Bassano del Grappa nel 1872, studiò Lettere prima a Vicenza quindi a Padova, in quest'ultima città si laureò per poi ricoprire vari incarichi presso gli istituti scolastici di Vicenza, Pergola, Faenza e La Spezia. Nel frattempo pubblicò anche alcuni volumi poetici e fu annoverato insieme [...]

17 Aprile 2016|

urgenze della memoria – poeti dimenticati: Pietro Mastri

dal blog I libri de la stanza ascosa  di Leonardo Bizzarri Pietro Mastri, pseudonimo di Pirro Masetti, nacque a Firenze nel 1868 ed i vi morì nel 1932. Svolse per tutta la vita la professione di avvocato e, nello stesso tempo, compose versi che pubblicò in due distinti periodi. Nel primo, compreso tra il 1892 ed il 1907, il Mastri [...]

10 Aprile 2016|
Torna in cima