40 poesie - Jorge Arbeleche

978-88-7848-509-9

40 poesie - Jorge Arbeleche 978-88-7848-509-9


Il lavoro del poeta è, sostanzialmente, oscuro. E questo nonostante la limpidezza del dettato: vale per Saba, come per Jorge Arbeleche. È oscuro perché rispecchia o, più precisamente, si cala dritto (sprofonda) in mezzo all’esistenza: con la sua bellezza e i suoi affanni, il suo sostanziale mistero. E va, la poesia, a lambire i margini della morte, le sue arcigne tenebre. Però soltanto in questa oscurità (che contiene attimi e frammenti di luce, l’amore e il disamore) è possibile affrontare la sacralità di tutte le cose, della vita e del mondo e, insieme, della stessa poesia. Per questo il libro si apre con l’epigrafe della Zambrano “Il sacro è oscuro”, da noi scelta tra le tante epigrafi a sua volta scelte da Arbeleche per le sue numerose raccolte poetiche.

Questo libro è il nostro piccolo omaggio a un grande poeta che con i suoi versi (i suoi rami) squarcia il buio, rende meno oscura (minacciosa?) la morte:

    Tirar fuori il bello da ciò che è morto.
    Sull’oscurità costruire la luce.
    Giocarsi, in fondo, il tutto per tutto.
    Giocarsi la vita e tutto per l’uomo.
€8 In stock
ISBN:978-88-7848-509-9
Autore:Jorge Arbeleche
Lingua:Italiano
Collana:Altre Terre